coda di rospo

Coda di rospo in porchetta con confettura di zucca di Bottega DA RE

La coda di rospo o anche rana pescatrice ha delle carni prelibate, povere di grassi e facilmente digeribili. Nonostante il pesce si presenti particolarmente imponente nelle dimensioni della testa, l’unica parte edibile è la coda, per cui il nome “coda di rospo”. È un pesce che se di dimensioni adeguate presenta dei filetti importanti che possono essere conditi all’interno e cotti alla brace. Se questo è il metodo di cottura che avete scelto, essendo particolarmente magro, andrebbe bardato con dei salumi grassi come ad esempio la pancetta o la pancetta coppata. I grassi sciogliendosi, regaleranno sapore e sapidità alle carni che risulteranno particolarmente golose sia ai grandi che ai più piccini.

In questa ricetta, la coda di rospo in porchetta viene abbinata alla confettura di zucca di Bottega da Re di Luca Marchini. Questa è una conserva dolce, decisa e fresca con note di zenzero non invasive e ben bilanciate che si abbina facilmente a pietanze dolci o salate.

coda di rospo

Ingredienti
  • 250 gr di coda di rospo (filetto intero)
  • 1 Barattolo di confettura di zucca di Bottega da Re
  • Un paio di patate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 100 gr di pancetta coppata
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Finocchietto selvatico q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

coda di rospo

Accessori Monolith necessari
  • Mezzo deflettore
  • Griglia in acciaio
  • Carbone Monolith

coda di rospo

Preparazione degli alimenti

Tagliate a libro il filetto di coda di rospo, condite con olio, sale, pepe e aglio tagliato a pezzettini. Aggiungete qualche foglia di finocchietto selvatico e rosmarino. Arrotolate il filetto di pesce ed avvolgetelo nelle fette di pancetta coppata. Legate il tutto con dello spago per arrosti come se fosse una porchetta.

Pelate le patate e tagliatele a fette molto sottili e sbollentatele per un paio di minuti in acqua bollente e salata. Scolate e asciugate le patate con della carta assorbente. A questo punto prendete una teglia da forno, aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva, adagiate le patate e condite con sale, pepe e rosmarino. Adesso siamo pronti per la cottura.

coda di rospo

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in configurazione ibrida con l’utilizzo di mezzo deflettore, quindi avremo metà griglia e metà forno.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate il deflettore e la griglia in acciaio e fate riscaldare per almeno 10 minuti. Dobbiamo raggiungere una temperatura di 200°C.
  4. Poggiate il pesce sulla griglia e fatelo rosolare direttamente sui carboni per qualche minuto per ottenere una pancetta croccante.
  5. Poggiate il pesce in una teglia da forno con le patate e fate cuocere nella parte indiretta per almeno 20 minuti.
  6. A fine cottura, lasciate riposare il pesce per qualche minuto. Eliminate lo spago e tagliatelo a fette.
  7. Prendete un piatto da portata e mettete le fette di coda di rospo in porchetta con le patate arrostite ed un cucchiaio di confettura di zucca di Bottega DA RE

Bottega DA RE

“DA RE” è la bottega dedicata al gustoso mondo delle conserve e non solo. La firma della nuova proposta gourmet è quella dello Chef Stellato Luca Marchini del Ristorante L'Erba del Re  e della Trattoria Pomposa Al Re Gras di Modena.

“DA RE” nasce per raccontare “storie in barattolo”. Da scoprire, però, c’è tanto di più! Come la possibilità di scegliere tra i gusti classici e speciali dei nostri lievitati artigianali, oppure delle particolari “chicche di pasticceria” . Da assaporare ci sono le ricette della tradizione Emiliana, insieme a una selezione di prodotti tipici regionali italiani. Spazio anche a sapori e consistenze che stimolano il palato e le sue diverse sensibilità… ogni leccornia è pensata per essere gustata in abbinamento a carni e pesci, senza perdere l’immancabile boccone ghiotto a cucchiaio. Potete acquistare i prodotti dello Chef Marchini sul sito di Bottega DA RE a questo link  oppure direttamente presso la Trattoria Pomposa a Modena in Piazza della Pomposa.

CONSERVE GOURMET marchini
Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e della griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


kamado monolith

Monolith Owners Club Italia, il gruppo degli appassionati dei Kamado Monolith

Nasce il gruppo  Monolith Owners Club Italia, il gruppo Facebook pubblico Ufficiale di Monolith Grill che riunisce sia i possessori che gli amanti dei kamado Monolith. Il gruppo italiano si unisce ai gruppi già presenti in Germania, Olanda e Inghilterra. L'idea alla base dei gruppi Monolith è quella di scambiarsi esperienze, idee, ricette e confrontarsi pubblicando post con foto e video e per chi non fosse ancora un possessore di un barbecue in ceramica Monolith quello di valutare al meglio i nostri kamado attraverso le esperienze di altri.

 

kamado monolith

Perchè il Monolith Owners Club? Perché i nostri clienti sono i nostri migliori Testimonial

La bontà delle griglie kamado Monolith non è solamente certificata dalla notorietà del marchio Monolith e dai nostri Chef Ambassador ma anche e soprattutto da appassionati che quotidianamente utilizzano le nostre griglie e condividono le loro esperienze.

Nel gruppo Facebook Monolith Owners Club troverai tutto questo. Le esperienze di chi da anni oppure anche da poco utilizza le griglie kamado Monolith e, con entusiasmo, condivide le proprie esperienze, e giorno dopo giorno si appassiona sempre di più ad una griglia che non ha paragoni in termini di funzionalità e versatilità oltre al design e alla robustezza.

Iscriviti subito al Monolith Owners Club Italia a questo link.

Ancora più Monolith, un Social per ogni esigenza

Per essere ancora più in contatto coni kamado Monolith ti consigliamo come prima cosa di iscriverti alla nostra Newsletter andando sulla Home Page del nostro sito inserendo semplicemente la tua email, secondo di seguirci sugli altri social a partire da Youtube.

 

KAMADO FANS

I Kamado Monolith sono molto di più di un barbecue!

 

Questo è il nuovo punto di riferimento per il mondo delle griglie in ceramica a carbone kamado.

MONOLITHKAMADOGRILL.IT 

Share this post with your friends:

Cosciotti di faraona grigliati con peperoni in agrodolce "DA RE" e aceto balsamico di Modena

La faraona è un volatile famoso per le sue carni saporite e prelibate. Originario del continente africano dove vive in natura nelle foreste e nelle immense pianure, è stato importato in Europa per la prima volta dai Greci e successivamente dai Romani ma, solo nel rinascimento le sue carni entrano a far parte della tradizione gastronomica italiana. La carne della faraona è di colore scuro, una via di mezzo tra il fagiano ed il tacchino, ben si presta alla cottura in forno, in umido o arrostito sulla griglia. Essendo non particolarmente grassa, non bisogna eccedere nella cottura, inoltre è consigliabile bagnare le carni in cottura con un condimento per garantirne umidità e sapore.

In questa ricetta abbineremo ai cosciotti di faraona, i peperoni in agrodolce con aceto balsamico di Modena di Bottega da Re di Luca Marchini. Il risultato è un connubio di profumi e sapori sfiziosi ed eleganti, grazie al alla carne insaporita durante la cottura dal burro profumato al timo e il sapore ben bilanciato dell’agrodolce dei peperoni.

Ingredienti
  • 8 cosciotti di faraona
  • 15 gr di burro
  • 1 mazzetto di timo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1 confezione di peperoni in agrodolce con aceto balsamico di Modena di Bottega da RE
Accessori Monolith necessari
  • Griglia in acciaio
  • Carbone Monolith

Preparazione degli alimenti

In un pentolino sciogliete il burro, aggiungete il timo ed un pizzico di sale e pepe. Fate raffreddare ed eliminate i rametti di timo. Spennellate con il burro profumato al timo i cosciotti di faraona e condite con sale e pepe le carni prima della cottura sulla brace.

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in configurazione diretta ovvero come una griglia.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate lo smart grid system e le griglie in acciaio nella parte più bassa e stabilizzate la temperatura a circa 200°C.
  4. Fate scaldare la griglia per 10 minuti ed adagiate i cosciotti di faraona.
  5. Spennellate ogni 5 minuti con il burro profumato al timo la carne e fate cuocere per un totale di 15 minuti chiudendo il coperchio.
  6. I liquidi della carne ed il burro con le braci ardenti produrranno del fumo che insaporirà e profumerà la faraona durante la cottura.
  7. A fine cottura servite i cosciotti su di un piatto accompagnati con i peperoni in agrodolce con aceto balsamico di Bottega da Re e qualche fogliolina di timo fresco.

Bottega DA RE

“DA RE” è la bottega dedicata al gustoso mondo delle conserve e non solo. La firma della nuova proposta gourmet è quella dello Chef Stellato Luca Marchini del Ristorante L'Erba del Re  e della Trattoria Pomposa Al Re Gras di Modena.

“DA RE” nasce per raccontare “storie in barattolo”. Da scoprire, però, c’è tanto di più! Come la possibilità di scegliere tra i gusti classici e speciali dei nostri lievitati artigianali, oppure delle particolari “chicche di pasticceria” . Da assaporare ci sono le ricette della tradizione Emiliana, insieme a una selezione di prodotti tipici regionali italiani. Spazio anche a sapori e consistenze che stimolano il palato e le sue diverse sensibilità… ogni leccornia è pensata per essere gustata in abbinamento a carni e pesci, senza perdere l’immancabile boccone ghiotto a cucchiaio.

Potete acquistare i prodotti dello Chef Marchini sul sito di Bottega DA RE a questo link  oppure direttamente presso la Trattoria Pomposa a Modena in Piazza della Pomposa.

CONSERVE GOURMET marchini
Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e della griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


Fragole grigliate con ricotta e crumble affumicato al ciliegio

La primavera alterna giorni freschi a giornate che sembrano quasi estive, nulla di meglio quindi finire un pasto della domenica con qualcosa di fresco ed insolito. In questa stagione, sulle nostre tavole compaiono alcuni frutti tipici, quali ad esempio le fragole, belle rosse, carnose, saporite.  Ma, non tutti sanno che si possono grigliare per caramellare lo zucchero naturalmente presente o eventualmente aggiunto. Inoltre, se aggiungiamo della ricotta fresca, il suo sapore ben contrasta l’acidità delle fragole, poi potremmo includere dei  pezzetti croccanti e profumati di un crumble che regalerà un mix di sapori e consistenze che allieteranno il palato in maniera creativa ed interessante. In questa ricetta realizzeremo un dessert, un dolce al cucchiaio, fresco ed insolito a base di fragole grigliate nel kamado, con ricotta e crumble affumicato al ciliegio.

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Ingredienti per fragole grigliate kamado
  • 200 gr di fragole
  • zucchero di canna q.b.
  • buccia di limone q.b.
  • succo di limone q.b.
  • 250 gr di ricotta mista
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 80 gr di latte fresco intero
  • cioccolata fondente q.b.
  • qualche foglia di mentuccia

Per il crumble:

  • 80 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
  • buccia di limone q.b.
Accessori monolith necessari
  • Griglia in acciaio
  • Deflettore
  • Pellet al ciliegio Monolith
  • Carbone Monolith

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Preparazione del crumble affumicato al ciliegio

In una ciotola mettete la farina, il burro a pezzetti, qualche buccia di limone e lo zucchero. Lavorate con i polpastrelli per formare dei pezzetti di pasta grossolani. Mettete il tutto in una pirofila da forno e siamo pronti per la cottura ed affumicatura al ciliegio.

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione ibrida, indiretta con l’ausilio di mezzo deflettore e diretta (grill).

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate lo smart grid system con mezzo deflettore e le griglie in acciaio, stabilizzate la temperatura a circa 180°C.
  4. Nella parte indiretta mettete la teglia con il crumble e chiudete il kamado.
  5. Aggiungete una manciata di pellet al ciliegio e fate affumicare e cuocere il crumble per una ventina di minuti.
  6. Nel frattempo tagliate le fragole in due e spolveratele con dello zucchero di canna.
  7. Poi prendete la ricotta, aggiungete lo zucchero, il latte e qualche buccia di limone. Frullate il tutto in modo tale da ottenere un composto spumoso ed omogeneo.
  8. Quando il crumble è pronto, mettetelo da parte e fatelo raffreddare.
  9. Appoggiate le fragole sulla parte di griglia direttamente sulle braci, a fuoco non molto forte e giratele dopo qualche minuto. Dobbiamo far caramellare lo zucchero ed avere delle piccole bruciature sulla superficie del frutto.
  10. Togliete le fragole da fuoco e fatele raffreddare, conditele con qualche goccia di succo di limone.
  11. A questo punto prendete dei bicchieri di vetro, sul fondo mettiamo un po' di ricotta le fragole (tagliate se troppo grosse) ed il crumble sbriciolato a pezzi medio - piccoli.
  12. Ripetete l’operazione fino ad arrivare al bordo del bicchiere in modo tale da avere diversi strati, alla fine, una spolverata di cioccolato fondente, una fragola grigliata e delle foglie di mentuccia.
  13. Una volta preparati possono essere conservati in frigo per massimo un’oretta e gustati immediatamente dopo.

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


carrè di maiale arrosto con patate e pomodorini

Carrè di maiale arrosto con patate e pomodorini

Il carrè di maiale è un pezzo di carne che si presta molto bene per arrosti, difatti rappresenta uno dei piatti tipici della domenica. È spesso accompagnato dalle patate novelle, arrostite e profumate al rosmarino. Ci sono molteplici ricette che riguardano questo piatto, il segreto per avere una carne di maiale non stopposa è la temperatura e la cottura stessa. Anche se potrebbe sembrare strano, il carrè di maiale è un pezzo tendenzialmente poco grasso, per cui sarebbe opportuno lasciare uno strato sottile di grasso sulla superficie della carne per evitare che si asciughi durante la cottura. Inoltre, quel grasso sciogliendosi andrà ad insaporire le patate regalando profumi e sapori incredibili. In questa ricetta realizzeremo un carrè di maiale arrosto, leggermente affumicato al ciliegio ed accompagnato da patate e pomodorini arrostiti.

Ingredienti
  • 700 gr di carrè di maiale
  • 300 gr di patate piccole
  • 1 cucchiaio di senape
  • Qualche pomodorino
  • Zucchero di canna q.b.
  • Aceto di mele q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 foglie di alloro
  • Aglio in povere q.b.
  • Qualche rametto di rosmarino
  • Salvia q.b.
  • Timo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Qualche fiocco di burro

Accessori Monolith necessari
  • Griglie in acciaio
  • Deflettori
  • Vaschette in acciaio raccogli grasso
  • Carbone Monolith
  • Pellet al ciliegio

Preparazione degli ingredienti

Sbucciate le patate e bollitele in acqua calda per almeno 5 minuti. Nel frattempo, lavate i pomodorini, tagliateli in 2 e metteteli in una pirofila da forno. Conditeli con sale, zucchero di canna, pepe, olio extravergine di oliva e un goccio di aceto di mele. Prendete un rametto di rosmarino, salvia e timo e sminuzzateli al coltello. Prendete questo mix di spezie e aggiungete un cucchiaino e mezzo di sale, un po' di pepe, un po' di aglio in polvere e paprika dolce. Ora, prendete il carrè di maiale, spennellatelo con la senape e spolverate con il mix di spezie la superficie della carne, senza esagerare. In una pirofila da forno mettete le patate, due spicchi d’aglio in camicia, condite con sale, pepe, olio extravergine di oliva, burro, qualche foglia di timo, rosmarino, salvia ed alloro. Ora siamo pronti per la cottura al kamado.

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione indiretta con l’ausilio dei deflettori. Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate lo smart grid system con i deflettori e le griglie in acciaio, stabilizzate la temperatura a circa 120°C.
  4. Mettete a cuocere i pomodorini, le patate e direttamente sulla griglia il carrè di maiale. Vi consiglio di inserire nella carne una sonda per valutare la temperatura in cottura.
  5. Aggiungete una manciata di pellet al ciliegio e fate affumicare e cuocere per il tempo necessario affinché la temperatura interna della carne non arrivi a circa 50°C e non si formi sulla superficie una bella crosticina di colore mogano.
  6. Subito dopo spostate la carne nella pirofila con le patate e lasciate cuocere fino ad arrivare alla temperatura interna di 68°C.
  7. A questo punto, prendete la carne ed avvolgetela nell’alluminio per farla raffreddare gradualmente fino a circa 55°C.
  8. Alzate la temperatura del kamado aprendo l’entrata e l’uscita dell’aria fate rosolare le patate e i pomodorini per qualche minuto.
  9. Quando la carne è arrivata a temperatura, tagliatela a fette e disponetela su di un piatto di portata con le patate e qualche pomodorino arrostito.

carrè di maiale arrosto con patate e pomodorini (11)

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.