La ricetta di Pasqua di Monolith: Agnello con patate

Le ricette della tradizione italiana

La tradizione cristiana affonda le proprie radici nelle tradizioni ebraiche. La Pasqua ebraica celebra la liberazione del popolo ebraico dall’Egitto ed il suo esodo verso la Terra Promessa. Ed era proprio nel celebrare questa ricorrenza che sacrificavano l’agnello e lo consumavano con erbe e pane non lievitato. Grazie al valore di questo animale, l’agnello è diventato successivamente anche il simbolo della Pasqua e della Resurrezione per i Cristiani.

L’agnello al forno con le patate è un piatto tradizionale del periodo pasquale, diffuso in tutta la penisola con diverse sfumature gustative dovute all’utilizzo di particolari erbe aromatiche o ingredienti diffusi nel luogo: alcuni esempi sono l’utilizzo del mirto e dei carciofi in Sardegna, dei lampascioni (piccole cipolle selvatiche dal gusto amarognolo) e dei pomodorini in Puglia,  di cipolle e vino rosso in Sicilia ed infine di alloro, sedano e carote in Abruzzo.

L’agnello al forno è tradizionalmente servito con le patate che vengono cotte direttamente nella stessa teglia in modo che possano assorbire tutti i profumi delle erbe aromatiche e della carne.

Qui di seguito vi elenco gli ingredienti della ricetta di famiglia delle costolette di agnello. Questa si può definire un ulteriore variante della ricetta tradizionale pugliese.

agnello con patate

Ingredienti
Ingredienti per la cottura delle costolette di agnello
  • 800 grammi di costolette di agnello
  • 1 kg di patate
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 foglia d’alloro
  • 2 rametti di santoreggia
  • Un piccolo mazzetto di prezzemolo
  • 2 pomodorini
  • 80 gr di pecorino grattugiato
  • 5 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 100 ml di vino bianco
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
Per friggere le patate
  • 1 L di olio di semi di arachidi per frittura
Ingredienti per la marinatura
  • 0,5 L di vino bianco
  • 1 foglia d’alloro
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • 1 rametto di santoreggia
  • Pepe in grani
Preparazione della carne
  1. Il giorno prima della cottura, mettere a marinare le costolette di agnello con il vino bianco, l’aglio schiacciato, alloro, rametto di santoreggia e qualche granello di pepe. Conservare in frigo.
  2. Il giorno seguente, togliere l’agnello dalla marinata e tamponare la carne con della carta da cucina.

agnello con patate

Preparazione delle patate
  1. Tagliare le patate a spicchi grossi
  2. Successivamente, friggetele per 2 minuti in abbondante olio per frittura in modo tale da creare una crosticina esterna alla patata che ne preserverà la forma e la consistenza fino alla fine della cottura con la carne.

PATATE AL FORNO

Preparazione del kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello Classic di Monolith. Questo piatto va preparato usando all’inzio un set up di fuoco diretto per rosolare la carne con olio ed aromi, successivamente per ultimare la cottura il set up ideale è quello indiretto (forno) con l’utilizzo del deflettore tra carboni e teglia.

  1. Aggiungere circa 2 kg di carbone nel kamado avendo cura di accendere i carboni al centro.
  2. Lasciare aperto l’accesso dell’aria in basso in modo tale che il kamado raggiunga i 180/200°C.
  3. Stabilizzare la temperatura del kamado chiudendo fino a trequarti il bocchettone inferiore ed il camino superio lasciando le fessure aperte.
  4. Una volta effettuata la rosolatura della carne (vedi step 2 nel procedimento qui sotto) cambiare il set up da diretto ad in indiretto (forno) e quindi aggiungere il deflettore tra il cestello dei carboni e la teglia.

AGNELLO CON PATATE

Procedimento
  1. Mettere una teglia bassa e abbastanza capiente per contenere tutti gli ingredienti. Fatela scaldare un paio di minuti ed aggiungere l’olio, 2 spicchi d’aglio, l’alloro, la santoreggia e le costolette.
  2. Aggiungere sale e pepe e fate rosolare la carne per qualche minuto.
  3. Cambiare il set up del kamdo da diretta ad indiretta, inserite cioè il deflettore in pietra refrattaria tra il cestello dei carboni e la teglia.
  4. Aggiungere le patate precedentemente fritte (sopra la carne), 2 pomodorini tagliati, qualche rametto di prezzemolo, e regolate di sale e pepe.
  5. Aggiungete il vino bianco e 100 ml d’acqua e coprire con un foglio di alluminio la teglia.
  6. Lasciare cuocere il tutto per 1 ora
  7. Successivamente, eliminate il foglio di alluminio e controllate se vi è la necessità di aggiungere acqua o vino in caso nella teglia il liquido sia tutto evaporato.
  8. Aggiungete il pecorino grattugiato sulle patate e lasciate cuocere per altri 30 minuti per gratinare le patate ed il pecorino qui aggiunto.
  9. In questi minuti tenete d’occhio il liquido nella teglia che non deve mancare al fine di evitare di bruciare gli alimenti. Se il liquido non fosse sufficiente aggiungete pure un po’ di acqua.
  10. Portate a termine la cottura, impiattate e servite la pietanza ben calda.

AGNELLO CON PAPATE

Sandro Annese

Sandro è un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione al mondo del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilezione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro fa parte di MONOElite la squadra ufficiale Italiana di dimostratori e consulenti Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Condividi con i tuoi amici questo post

111 Condivisioni