Costata senz'osso con salsa chimichurri e radicchio grigliato

Il chimichurri è una salsa Argentina che viene di solito utilizzata per condire l’asado, nome con cui si indica la carne arrostita alla griglia nel paese Sud Americano. Questa è una salsa a base di prezzemolo, olio, origano, peperoncino ed aglio che regala un ottimo sapore alla carne ma non solo, può essere utilizzata per insaporire pesce e verdure grigliate. Esiste anche una versione “rossa” dove si aggiungono pomodorini e peperone rosso tritati al resto degli ingredienti. L’origine di questa salsa è avvolta dal mistero e leggenda, alcuni narrano che possa essere stato un soldato Irlandese simpatizzante della causa per l’indipendenza argentina ad inventare questa salsa, altri narrano che sia stato uno Scozzese cha lavorava con i gaucho Argentini, di certo è che la parola chimichurri derivi da una storpiatura di qualche parola inglese.

In questa ricetta vedremo come preparare la mia versione di salsa chimichurri e condire una ottima costata senz’osso accompagnato da del radicchio grigliato.

Ingredienti

  • 1 costata senz’osso di almeno 700 gr
  • 10 gr di prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio
  • ½ peperoncino (Habanero Peach)
  • 1 cucchiaino di foglie di timo
  • 1 cucchiaino di origano
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • ½ cucchiaino di cumino in polvere
  • ½ cucchiaino di pepe macinato
  • 20 ml di acqua
  • 40 ml di olio extravergine di oliva
  • 20 ml di aceto bianco
  • 1 radicchio rosso

Preparazione della salsa chimichurri e degli altri alimenti

Lavate il prezzemolo e tritatelo finemente insieme al peperoncino, le foglie di timo e l’origano. Tagliate in due l’aglio (o tritatelo insieme alle erbe se vi piace) e mettete il trito d’erbe e l’aglio in una ciotola. Versate dentro l’olio extravergine di oliva, l’aceto, l’acqua, il cumino in polvere, sale e pepe. Mescolate il tutto e fate riposare per almeno 1 ora.

Nel frattempo tagliate la pianta di radicchio in 4 e conditelo con sale, pepe ed olio extravergine di oliva. Prendete la carne e massaggiatela con sale, pepe ed olio extravergine di oliva e fate riposare a temperatura ambiente per almeno mezz’ora. Ora siamo pronti per la cottura. 

Accessori monolith necessari

  • Griglia in ghisa
  • Carbone Monolith

Preparazione e cottura nel kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione diretta (grill). Utilizzeremo la griglia in ghisa per avere un risultato eccellente in termini di cottura e grill marks.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Inserite la griglia in ghisa e fatela riscaldare per almeno 15 minuti.
  3. Chiudete il coperchio e stabilizzate la temperatura intorno ai 225°C.
  4. Mettete sulla griglia la carne e successivamente il radicchio.
  5. Girate spesso la carne ed il radicchio, spruzzate il radicchio con dell’aceto di mele se la temperatura fosse troppo alta.
  6. Quando la carne raggiunge la cottura gradita (nel mio caso 55°C interni, media cottura), togliete la carne e fatela riposare per qualche minuto prima di tagliarla.
  7. Mescolate vigorosamente la salsa chimichurri, eliminando l’aglio che comunque avrà rilasciato i suoi sapori al condimento (o lasciatelo se l’avete tritato).
  8. In un piatto da portata posizionate il radicchio, la carne tagliata e condite con abbondante salsa chimichurri. Gustate il tutto ben caldo con un bel bicchiere di vino rosso.

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


Grazie a Dario Cecchini Monolith incontra la cucina tradizionale Toscana

Dario Cecchini è il nuovo Ambasciatore del marchio Monolith, una collaborazione per affermare sempre di più le griglie kamado Monolith come uno strumento di cottura unico in perfetta sintonia con la tradizione della cucina Italiana con il fuoco ed in questo caso specifico quella tradizionale Toscana.

DARIO CECCHINI (1)

La storia di Dario Cecchini è una di quelle storie meravigliose nate dal dolore e cresciute nella bellezza dei propri sogni che poi si sono realizzati. Queste sono le storie che a noi piacciono perché sono vere, sono legate alla storia della tradizione Italiana, della cucina tradizionale toscana e al suo attaccamento. Questa è una storia che Dario con caparbietà e determinazione è riuscito a raccontare a tutto il mondo stando dietro al suo bancone della macelleria, dove lavora imperterrito da anni, a tutti quelli che lo raggiungono in quel luogo magico ed affascinante che è l’Antica Macelleria Cecchini a Panzano in Chianti a meno di un'ora di macchina da Firenze.

DARIO CECCHINI (8)

Come un albero

Dario Cecchini è macellaio da otto generazioni, da 250 anni, passando di padre in figlio. Questo è un punto di partenza che non bisogna dimenticare e che Dario ama sempre sottolineare con orgoglio:  “io sono macellaio da 8 generazioni.”  Come nessun altro mai Dario Cecchini è riuscito a comunicare la sua storia, quella del suo paese, delle tradizioni culinarie della sua Toscana, della sua famiglia, la cucina della nonna. Una storia raccontata con passione a tutto il mondo che lo ha reso il Macellaio più famoso al mondo. Se non ci credete andate sul suo sito a questo link e vedrete che di Dario ne parla il mondo intero.

Per descrivere al meglio Dario semplicemente riprendiamo un estratto dal suo sito, parole dello stesso Dario, perché rappresentano a pieno il suo pensiero: “Per me un uomo deve essere come un albero: le radici nella terra e la chioma in cielo. Deve avere cioè i piedi ben saldi nella tradizione, per prenderne nutrimento, e la testa nel contemporaneo, libera di creare con responsabilità e buonsenso.” Aperti al mondo intero ma legati sempre alla propria terra.

DARIO CECCHINI

Netflix Chef's Table

Amando e seguendo questo pensiero persone da tutto il mondo vengono a Panzano in Chianti per conoscere Dario, la sua macelleria, il suo negozio, oltre che per assaggiare la sua cucina. E’ diventato talmente famoso che Netflix gli ha dedicato un episodio della famosa Serie televisiva Chef’s Table, per precisione Stagione 6 episodio 2,  mostrando al mondo intero la bellezza di questi luoghi e la sua filosofia di vita. Potete vedere il trailer ufficiale qui.

DARIO CECCHINI

Non solo macelleria, da Panzano a tutto il mondo

A Panzano da anni Dario Cecchini ha costruito intorno alla sua macelleria tante belle realtà come i due ristoranti Solociccia e Officina, il suo Cecchini Panini Truck. In macelleria non c’è solo la sua proposta di carni fresche ma anche una vasta proposta di carni conservate in barattolo pronte da gustare e sottovuoto da cucinare, che da anni spedisce in tutto il mondo tramite il suo negozio online che potete trovare e compare qui nel suo negozio online,

DARIO CECCHINI
Cecchini e Monolith

Noi di Monolith lo conoscevamo già, ma grazie a due cari amici in comune lo abbiamo conosciuto meglio: Gilla e Renè, una coppia di tedeschi da tempo oramai in Italia dove gestiscono un agriturismo. René oltre ad essere stato uno Chef Stellato, riconoscimento avuto al Ristorante del Park Hotel Surenburg a Hörstel Riesenbeck, è da anni uno Chef Ambassador di Monolith.

dario cecchini

La nostra passione per tutto quello che è tradizione e territorio ci ha fatto da subito entrare in sintonia con Dario e da lì all’avviare una collaborazione il passo è stato brevissimo. Dario si inserisce perfettamente nella filosofia Monolith che valorizza la tradizione culinaria di ogni paese grazie alla versatilità delle griglie kamado. Nel caso specifico le nostre griglie si adattano alla perfezione anche alla tradizione della cucina toscana e di conseguenza alla cucina di Dario, sia con cotture dirette che con cotture indirette ovvero utilizzando il kamado Monolith come forno a carbone.

dario cecchini

Con il Monolith LeChef  Pro Serie 2.0 inserito nel carrello Buggy Dario realizzerà un menù completo con cotture a vista direttamente sulla terrazza del Ristorante Officina. Nel frattempo per prendere confidenza con Monolith abbiamo cucinato il suo brasato , la bistecca panzanese, il taglio etrusco, la bavetta e siamo ansiosi di provare ancora tante prelibatezze dalla sua vasta proposta di carni che ha come obbiettivo principale quello di utilizzare tutti i tagli dell’animale e non solo quelli nobili, , “dalla coda al naso”.

DARIO CECCHINI (12)

La nostra collaborazione non è una collaborazione commerciale ma è nata e si è sviluppata sulla stima reciproca e sul rapporto umano che secondo noi di Monolith deve essere sempre alla base di tutto.

DARIO CECCHINI (18)

Potete seguire Dario sui suoi social:
Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

Costolette di agnello grigliato con patate e carciofi

La tradizione cristiana affonda le proprie radici nelle tradizioni ebraiche. La Pasqua ebraica celebra la liberazione del popolo ebraico dall’Egitto ed il suo esodo verso la Terra Promessa. Ed era proprio nel celebrare questa ricorrenza che sacrificavano l’agnello e lo consumavano con erbe e pane non lievitato. Grazie al valore di questo animale, l’agnello è diventato successivamente anche il simbolo della Pasqua e della Resurrezione per i Cristiani.

In questa ricetta Pasquale, utilizzerò un carré di agnellino e lo accompagnerò con delle patate e da un ortaggio di stagione come i carciofi. Ricetta questa, tradizionale di molte cucine regionali italiane, tra cui quella sarda.

Ingredienti

  • 1 carré di agnello intero (circa 700 gr)
  • 4 patate medie
  • 4 carciofi
  • 1 limone
  • 1 mazzettino di prezzemolo
  • 1 mazzettino di timo
  • Rosmarino secco q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.
  • Pepe Macinato q.b.
  • ½ cipolla
  • ½ carota
  • ½ costa di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • 50 ml di vino rosso
  • 1 bicchiere d’acqua
  • 1 noce di burro
  • ½ cucchiaino di maizena

Preparazione della carne e degli ortaggi

Eliminate dal carré di agnello il grasso in eccesso, le cartilagini e lasciatele da parte in quanto ci servono per avere un ottimo fondo di cottura per condire alla fine il piatto. In una ciotolina mettete il sale, pepe, il rosmarino a pezzettini, qualche foglia di timo. Spennellate con dell’olio extravergine di oliva il carré di agnello e conditelo con il mix di spezie, sale e pepe.

Passiamo agli ortaggi, eliminate le foglie più esterne dei carciofi, tagliateli in 4 ed eliminate la barbetta. Strofinateli alla polpa di mezzo limone e tuffateli in acqua fredda acidulata con del succo di limone.

A questo punto, pelate le patate e tagliatele a spicchi. Sbollentatele in acqua per un paio di minuti, scolatele bene e mettetele in una teglia da forno. Condite le patate con abbondate olio, uno spicchio d’aglio schiacciato, sale, pepe e qualche rametto di timo e prezzemolo. Siamo quindi pronti per la cottura.

 

Preparazione del fondo di cottura

Scaldate una pentola in acciaio, mettete gli scarti del carré di agnello e fatelo abbrustolire, attaccare al fondo della padella. Nel frattempo, tagliate a pezzetti la carota, la cipolla e la costa di sedano. Aggiungete alla padella le verdure con un filo d’olio e una foglia di alloro e un rametto di timo. Fate appassire le verdure e sfumate con il vino rosso andando a raccogliere con un cucchiaio di legno il fondo attaccato alla pentola d’acciaio. Quando il vino sarà evaporato aggiungete circa mezzo litro d’acqua e fate bollire fino a quando non si sarà ridotto quasi del tutto la salsa. Separate le verdure e la carne dal liquido con un colino, prendete qualche cc di acqua e stemperate la maizena e mettete il tutto nella salsa e fatela ridurre ulteriormente fino a quando la salsa non sarà addensata. Spegnete il fuoco e sciogliete una noce di burro mescolando vigorosamente, aggiustate di sale se necessario. A questo punto il fondo di cottura è pronto per essere utilizzato per insaporire il piatto.

Accessori monolith necessari

  • Griglia in acciaio
  • Mezzo deflettore
  • Carbone Monolith

Preparazione e cottura nel kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione ibrida, metà indiretta (forno) e metà diretta (grill). Utilizzeremo quindi metà deflettore, mentre una metà della griglia in acciaio sarà esposta direttamente alle braci.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 2 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Inserite metà deflettore e la griglia in acciaio e fatela riscaldare per almeno 15 minuti.
  3. Chiudete il coperchio e stabilizzate la temperatura intorno ai 225°C.
  4. Mettete sulla griglia dalla parte indiretta la teglia da forno con le patate e fatele cuocere per almeno 10 minuti.
  5. Aggiungete i carciofi alle patate e mescolate con molta delicatezza.
  6. Mettete adesso a grigliare il carré sulla parte di griglia esposta alle braci. Giratela e cuocetela per almeno 5 minuti per lato chiudendo il coperchio.
  7. A questo punto spostate il carré nella teglia da forno e finite di cuocere il carré per i minuti necessari affinché la temperatura interna della carne raggiunga i 65°C.
  8. Togliete dal kamado la carne e fate raffreddare il tutto per alcuni minuti.
  9. In un piatto da portata posizionate un letto di patate e carciofi, tagliate il carré a fette e disponetele sul piatto. Condite il tutto con la salsa ottenuta dal fondo di cottura e servite.

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


KAMADO FANS

20.000 Fans per la nostra pagina Facebook

Abbiamo superato i 20.000 Monolith Fans sulla nostra pagina facebook, un grazie a tutti voi!

La pagina Facebook è anche lo specchio di quello che sta succedendo nel mercato intorno ai kamado Monolith, un grande interesse per una griglia che oltre alle cotture eccezionali che riesce a fare, ha come primo obbiettivo di riunire intorno a sè persone care, amici e familiari, per trascorrere meravigliosi momenti in compagnia, per questo diciamo che Monolith è amicizia.

Continuando la crescita della nostra pagina Facebook, continua a crescere l’interesse per Monolith, il kamado che da tempo sta rivoluzionando il mondo dei kamado apportando anno dopo anno senza sosta novità uniche, abbinando tradizione e tecnologia per dare ad appassionati di barbecue e professionisti della ristorazione il sistema di cottura del futuro.

KAMADO FANS

Monolith, la nuova era del kamado è iniziata

Noi siamo orgogliosi di tutto questo in quanto sottolinea e mette in risalto che Monolith non è una semplice griglia kamado, che non è solamente moda, ma una griglia in ceramica che grazie alle sue eccellenti qualità sta facendo la differenza nel settore del barbecue e sempre di più farà. Questo grazie alla tecnologia sviluppata ed applicata. Una tecnologia che però rispetta la sua tradizione, rispetta le origini di un sistema di  cottura che ha più di 3.000 anni, consapevole però di essere il sistema di cottura del futuro grazie al continuo lavoro di ricerca e sviluppo che Monolith fa e le cui innovazioni si possono vedere nella nuovissima ed appena uscita sul mercato linea di kamado Pro Serie 2.0.

KAMADO FANS

Monolith oltre ad essere una marca di kamado tra le più apprezzate al mondo deve essere considerata certamente la griglia kamado più avanzata dal punto di vista tecnologico, il kamado più versatile e mulltifunzionale ed infine senza ombra di dubbio il kamado di design per eccellenza, un pezzo d’arredo da mostrare con orgoglio inserendolo anche nella propria cucina da esterno.

kamado fans

Chi sono gli appassionati di Monolith e da dove vengono?

Il 70% dei followers della nostra pagina sono uomini ma ci fa molto piacere che le donne sono in forte crescita in quanto il mondo del barbecue non è solamente un feudo maschile.

L’età delle persone a cui piace la nostra pagina va dai 35 ai 54 anni ma con sempre un forte incremento tra i giovani dai 25 ai 34 anni ed anche della persone dai 55 anni anni in su, confermando che il kamado è uno strumento che crea interesse ed appassiona ad ogni età.

Le città con più appassionati a Monolith sono Roma la prima, seguita da Napoli, Palermo e Milano. Però se guardiamo le regioni gli appassionati di Monolith sono distribuiti omogeneamente in tutta Italia questo a significare che il kamado Monolith si adatta alla tradizone culinaria della cottura con il fuoco Italiana da nord a sud senza distinzioni.

Infine sono stati più di 1.500.000 i post letti nell’ultimo anno, questo a dimostrazione del forte interesse nella storia dei kamado Monolith, dai modelli alle esperinze degli amici di Monolith, e delle ricette ed anche nelle curiosità pubblicate.

KAMADO FANS

Ancora più Monolith, un Social per ogni esigenza

Per essere ancora più in contatto con Monolith ti consigliamo come prima cosa di iscriverti alla nostra Newsletter andando sulla Home Page del nostro sito inserendo semplicemete la tua email. Secondo di seguirci sugli altri social a partire da Youtube.

Iscriviti su Youtube  Monolith Kamado Grill Italia

Iscriviti su Twitter  Monolith kamado Grill Italia

Iscriviti su Instagram monolithkamadogrillitalia

ed infine sul nostro Social Professionale Linkedin Monolith Kamado Grill Italia

Piani per il 2021 ed anche oltre

Come avrete notato è online il nostro nuovo sito web, migliorato notevolmente sia nella grafica che nella consultazione. A breve sarà creata anche la pagina Ufficiale Monolith Owners Club Italia, dopo quella Tedesca, Olandese ed Inglese. Un Club dedicato sia ai possessori di Monolith ma anche a chi intende avvicinarsi ai kamado Monolith e valutarli con attenzione. Una pagina per scambiarsi idee e per poter sempre di più attingere dalle esperienze degli altri per un utilizzo sempre migliore delle nostre griglie.

Infine a breve una grossa novità tra i nostri  Brand e Chef Ambassador che già vedono in prima fila 4 Chef Stellati come Ugo Alciati del Guido Ristorante di Serra Lunga D’alba, Cristina Bowerman di Glass Hostaria a Roma, Luca Marchini del Ristorante l’Erba del Re di Modena ed Errico Recanati del Ristorante Andreina di Loreto.

Infine abbiamo deciso di pubblicare sempre più spesso le foto delle vostre grigliate quindi inviatecelele a info@monolithkamadogrill.it e saremo lieti di pubblicarle sui nostri Social in quanto riteniamo che siano i nostri clienti i nostri migliori testimonial.

Infine: grazie ancora

Grazie ancora a tutti voi che ci seguite con passione e che ci state sostenendo con i vostri mi piace e le vostre condivisioni, a conferma che Monolith non è solamente una griglia in ceramica come tante altre, non è un semplice barbecue, ma il kamado grill per eccellenza.

Questo è il nuovo punto di riferimento per il mondo delle griglie in ceramica a carbone kamado.

MONOLITHKAMADOGRILL.IT 

Share this post with your friends:

KAMADO BBQ ITALIA

Vi presentiamo il nuovo sito web italiano di Monolith Kamado Grill

BENVENUTI NEL NOSTRO NUOVO SITO WEB ITALIANO!

Siamo online!

Il nostro nuovo sito web riflette ancora di più lo spirito unico del nostro marchio; qui è possibile vedere chi siamo, per cosa sono realizzate le nostre griglie e come funzionano. Scoprirete che Monolith è più di un semplice barbecue, incarna una nuova generazione di griglie in ceramica e accessori per la grigliate di alta qualità. Monolith è libertà!

Con questo sito web, abbiamo gettato le basi per un'esperienza di navigazione molto più semplice non solo per i nostri clienti, ma per tutti coloro che vogliono conoscere ed avvicinarsi alle nostre griglie in ceramica kamado Monolith per la prima volta.

Il nostro sito ha una grafica semplice, chiara e intuitiva, ma contano anche i contenuti! Scopriteli navigando il sito per conoscere i più sulle nostre griglie kamado Monolith oramai famose in tutto il mondo.

KAMADO BBQ ITALIA

QUI TROVERETE TUTTE LE INFORMAZIONI CHE STATE CERCANDO!
  • Nuova grafica
      • Il nostro nuovo sito è caratterizzato da un design molto più chiaro e offre tutte le informazioni che desiderate su Monolith Kamado Grill, modelli, accessori, ricette e curiosità.
  • Nuovo sistema di navigazione
      • Grazie al menu all-in-one, è possibile vedere tutti i contenuti del nostro nuovo sito web a colpo d'occhio. Esplorate l'universo di Monolith Kamado Grill e trovate il vostro modello di griglia kamado ideale e gli accessori perfetti e adatti al vostro stile di grigliare.
  • Ottimizzato per cellulare e tablet
      • Il nostro sito è ottimizzato per i cellulari ed è quindi compatibile con ogni smartphone e tablet. Navigate il nostro sito dal vostro dispositivo ovunque voi siate, alla scrivania o in viaggio.
  • Kamado Blog, tanti contenuti
      • La nostra filosofia è quella di mantenervi continuamente aggiornati pubblicando sempre contenuti freschi ed emozionanti. Una dettagliata analisi delle nostre griglie Kamado, dai cataloghi, alle descrizioni complete dei prodotti, ricette e molto altro ancora!
  • Tante ricette per utilizzare al meglio il tuo Monolithg
      • Una sezione particolarmente ricca di ricette da realizzare su ogni modello di kamado Monolith. Dagli antipasti, ai primi, ai secondi ed infine anche dolci per scoprire che Monolith non è solamente una griglia ma una completa cucina da esterno, uno strumento di cottura multifunzione per realizzare un menù completo dall’antipasto al dolce.

KAMADO BBQ ITALIA

  • Contattaci!
      • È facile farsi coinvolgere da Monolith. Cercate il rivenditore Autorizzato Monolith più vicino a noi oppure unitevi alla nostra vasta comunità di barbecue Monolith Onwers Club. Monolith Kamado Grill è più di una semplice griglia, è uno stile di vita! Una volta incontrato durete: come ho fatto a rimanere senza fino ad oggi!

Questo è il nuovo punto di riferimento per il mondo delle griglie in ceramica a carbone kamado.

MONOLITHKAMADOGRILL.IT 

Share this post with your friends:

Cavolo cappuccio al BBQ avvolto nel bacon

Molti tipi di cavolo possono essere preparati splendidamente alla griglia e sono un contorno ideale per un sostanzioso barbecue. Tuttavia, spesso è necessario un tempo di cottura molto lungo o una temperatura elevata. Marco Greulich, il nostro pluripremiato maestro della griglia, ci presenta, in questa ricetta, la sua variante di cavolo a punta tagliato a pezzi. A seconda del metodo di cottura alla griglia e della temperatura, i cavoli possono essere cotti per esempio per 5-6 ore insieme a costolette o pulled pork low & slow o per 1-1,5 ore a 180°C con carne arrosto o pollo. La pancetta e il burro danno un sapore in più ed evitano che si secchino.

cavolo cappuccio al bbq (4)

Ingredienti

cavolo cappuccio al bbq (3)

Procedimento

Rimuovere le foglie secche e tagliare il cavolo in quarti. Spennellare con burro fuso, condire con sale, pepe e curry o con un Rub per il barbecue di vostra scelta e avvolgere una fetta di pancetta in diagonale attorno al cavolo. Stendere un po’ la pancetta e fissarla con uno stuzzicadenti se necessario.

Cuocere il cavolo a fuoco lento (110-120 °C) per circa 5-6 ore fino a quando anche la parte spessa è diventata tenera. Spennellare più volte con burro fuso. A fuoco più alto, il tempo di cottura si riduce di conseguenza.

Se vi piace, alla fine potete glassare il cavolo a punta con salsa BBQ, miele o sciroppo d’acero. E ora: divertitevi a grigliarlo di nuovo!

Marco Greulich

Marco Greulich è un maestro nell’arte della griglia. Come campione del mondo di BBQ e tre volte campione tedesco, dimostra la sua esperienza nell’utilizzo del kamado e del barbecue in generale attraverso tantissime ricette che potete  trovare nel suo canale Instagram ” @barbecueflavors ” e sul suo sito web bbqflavors.de . Con la sua grande passione per le griglie in ceramica Monolith, crea costantemente nuove ricette per noi che le amiamo condividere con la nostra comunità.

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

CHEF MICHELIN STAR

Monolith incontra la tradizione Italiana della cottura con il fuoco

Griglia, braciere, focolare, forno a legna, camino: la tradizione Italiana della cottura con il fuoco non si è mai trovata tanto in sintonia con un unico strumento di cottura come con Monolith Kamado Grill
Per millenni cucinare qualsiasi cosa, che si trattasse di una bistecca  o di cucinare cibo in pentola, significava cucinare su un fuoco di legna.
La storia della tradizione Italiana della cottura con il fuoco

Cucinare o grigliare con il fuoco è l’unico sistema per donare agli alimenti sapori e profumi ineguagliabili. La tradizione culinaria Italiana, da nord a sud, è sempre stata basata sulla cottura con il fuoco: dal braciere alla spiedo, dal forno a legna alla griglia. Tutti questi sistemi hanno contribuito a realizzare centinaia di piatti tipici, alcuni dei quali sono diventati famosi in tutto il mondo come per esempio la bistecca fiorentina e la pizza. Questa è la nostra tradizione, da queste cotture noi veniamo e le griglie kamado di Monolith sono lo strumento ideale non solo per riscoprire le cotture con il fuoco, ma anche per riassaporare la nostra tradizione, quella vera, quella di una volta, della nostra storia gastronomica.

BISTECCA

La versatilità delle griglie kamado Monolith

I kamado Monolith sono degli strumenti di cottura versatili e multifunzione oltre ad essere adattabili a vari tipi di cottura. Monolith può essere una griglia, un forno a carbone, un affumicatore, un forno per cuocere pane e pizza e anche un barbecue, riuscendo a realizzare piatti a base di carne o pesce, verdure o formaggi,
affumicati e non, ideali sia per il professionista della ristorazione che per l’appassionato.

barbecue

Un giro  tra le ricette tipiche della tradizione italiana

Per testare questa versatilità abbiamo preparato con il Monolith molte delle specialità della nostra Italia. Dal sud al nord. Sardine al baccalà, sgombri al dentice, le stigghiole siciliane e la carne di cavallo alla brace di Catania. In Sardegna abbiamo provato il porceddu sardo e la sa panada che è una preparazione a base di carne o pesce in crosta tipica.

Risalendo verso nord in Calabria i nostri Chef hanno cucinato le melanzane ripiene e i calamari grigliati e in Basilicata i gnummareddi, il vitello di razza podolica grigliato, il suino nero lucano e l’agnello della montagna lucana. Ci siamo fermati in Puglia per studiare e cuocere le magnifiche bombette pugliesi e sempre qui la zampina o meglio la salsiccia arrotolata e grigliata sulla brace per finire con le triglie al cartoccio di Polignano a mare.

fughi porcini

Ci siamo spostati in Campania dove non potevamo non provare la pizza ed il risultato è stato strepitoso, senza dimenticare il pollo cotto a legna al forno.
In Abruzzo abbiamo grigliato gli arrosticini, le costolette di agnello marinate e i torcinelli. In Molise, oltre alla pecora alla brace abbiamo affumicato la scamorza.
Nel Lazio i carciofi alla brace e il pecorino affumicato.

Arriviamo  in Toscana patria della cottura alla brace dove abbiamo grigliato la bistecca fiorentina rigorosamente sulle braci del nostro Monolith e realizzato una meravigliosa rosticciana ovvero il costato completo del maiale per non dimenticare un'arista di maiale al forno.

arista

Inoltre in Umbria abbiamo cotto la porchetta e nelle Marche il coniglio sempre in porchetta, i peperoni grigliati e la crescia. In Liguria abbiamo realizzato le farinate e le zucchine ripiene. In Emilia Romagna la grigliata di pesce romagnola l’anguilla alla brace di Comacchio e la mortadella grigliata condita con aceto balsamico.

agnello

In Lombardia lo spiedo bresciano, in Piemonte i capunét e la bistecca di razza piemontese alla brace, in Val d’Aosta abbiamo provato il prosciutto valdostano affumicato. In Veneto, nello specifico nella zona del Cadore, abbiamo cotto la spersada ovvero la ricotta affumicata tipica, la polenta grigliata e la grigliata mista vicentina. In Friuli abbiamo provato il prosciutto cotto affumicato in crosta di pane di Trieste per concludere in Trentino dove abbiamo cucinato lo stinco di maiale affumicato, lo strudel e i canederli con formaggio arrostiti.

Monolith e la tradizione italiana della cottura con il fuoco

La tradizione Italiana della cottura con il fuoco non si è mai trovata tanto in sintonia con un unico strumento di cottura come con Monolith. Grazie alla sua versatilità ed alla capacità di essere multifunzionale e di poter effettuare differenti tipologie di cotture ovvero di essere in grado di essere griglia, barbecue, forno a carbone, affumicatore, girrarrosto  Monolith si adatta perfettamente a cucinare la maggior parte delle ricette della tradizione Italiana.

Scarica il catalogo generale e scopri Monolith Kamado Grill

A questi link potrete scaricare i nostri cataloghi, sia il catalogo generale 2020 che il Flyer,  in versione PDF e scoprire come un Monolith Kamado Grill potrà cambiare rapidamente la vostra visione sul barbecue.

Condividi con i tuoi amici questo post


Brasato di punta di petto ripiena

La punta di petto è un taglio di carne particolarmente tenace che infatti in Italia viene spesso usato per fare un ottimo brodo di carne o il bollito.  Negli Stati Uniti è noto come “brisket” e viene cotto interamente al barbecue a bassa temperatura per lungo tempo, in questo modo si scioglie pian piano il collagene che rende la carne particolarmente tenera ed umida.

La punta di petto è un pezzo anatomico del manzo economico che può regalare risultati straordinari se cotto in umido ed in particolar modo brasato con un buon vino rosso. Inoltre, il brasato è un ottimo piatto da assaporare nella stagione invernale, magari accompagnato da del purè o dei piselli al burro.

In questa ricetta vedremo come brasare la punta di petto che precedentemente verrà farcita con prosciutto crudo, parmigiano e prezzemolo. Con le verdure cotte insieme alla carne ed il fondo di cottura, otterremo una salsa che esalterà il sapore della carne e renderà particolarmente saporito e gustoso il piatto.

Brasato di punta di petto (1)

Ingredienti per il brasato di punta di petto ripiena
  • Punta di petto di 1,5 kg
  • 100 gr di prosciutto crudo di Parma
  • Parmigiano in scaglie q.b.
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • 2 scalogni di medie dimensioni
  • 2 coste di sedano
  • 1 bicchiere di malvasia nera
  • 0,5 L di brodo vegetale
  • 1 mazzetto di rosmarino
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine di oliva
  • 1 fiocco di burro
  • 1 cucchiaio di maizena

Brasato di punta di petto (2)

Preparazione del brasato di punta di petto ripiena

Prendete la punta di petto ed apritela in due (come un libro) seguendo le fibre della carne in modo tale che una volta avvolto si possa tagliare controfibra. Salate e pepate l’interno della carne, aggiungete il prosciutto crudo, le scaglie di parmigiano ed il prezzemolo a pezzi grossolani. Avvolgete il tutto e legate con uno spago come si fa per un arrosto. Preparate le verdure tagliando sedano, carote, cipolle e scalogno a pezzi grossolani e teneteli da parte per il momento. Mettete la carne in una pirofila da forno, aggiungete un filo d’olio, sale e pepe e rosmarino. Siamo ora pronti alla cottura al bbq.

Brasato di punta di petto (5)

Accessori monolith necessari
  • Deflettori
  • Pellet di ciliegio Monolith
  • Carbone Monolith

Brasato di punta di petto (6)
Preparazione e cottura nel kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione indiretta (forno). Utilizzeremo quindi i deflettori, la griglia in acciaio sopra la quale posizioneremo la pirofila con la carne.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 2 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Inserite i deflettori e chiudete l’ingresso e l’uscita dell’aria e stabilizzate la temperatura del kamado intorno ai 120°C.
  3. Posizionate la pirofila con la carne e chiudete il coperchio.
  4. Aggiungete una manciata di pellet al ciliegio e affumicate la punta di petto per almeno 10 minuti.
  5. Lasciate cuocere la carne fino a quando non avrà un bel colore mogano.
  6. Aggiungete a questo punto le verdure tagliate e lasciate cuocere 10 minuti.
  7. Irrorate la carne con il vino e fate cuocere per almeno 15 minuti.
  8. Mettete il brodo vegetale e coprite il tutto con della carta stagnola. Fate cuocere finchè la carne non avrà raggiunto i 90°C internamente. Ci vorranno almeno un paio d’ore.
  9. Una volta cotta la punta di petto, fate raffreddare al caldo l’involtino fino a raggiungere la temperatura interna di 65°C.
  10. Nel frattempo, prendete le verdure ed il liquido e frullate il tutto con un frullatore ad immersione. Mettete a scaldare la salsa ed emulsionate con un fiocco di burro. Aggiungete la maizena per addensare la salsa ed aggiustate di sale se necessario.
  11. Tagliate la carne a fette, aggiungete abbondante salsa e se volete accompagnate il tutto con dei pisellini saltati al burro.

Brasato di punta di petto (7)

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

Segui Sandro sulla sua nuova Pagina Facebook Sandro's BBQ Experience clicca qui e metti mi piace.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

Il campione del mondo di BBQ Marco Greulich entra nel team Monolith

Marco Greulich è molto conosciuto nel mondo del BBQ professionale a livello internazionale, tra gli amanti delle competizioni di BBQ e gli appassionati del non solo perché è stato il fondatore dell'azienda produttrice dei famosi Rubs "Don Marco's", ma anche per la sua lunga appartenenza ad una squadra di professionisti tedeschi di BBQ.

Il suo team "TB & the BBQ Scouts" ha iniziato a partecipare alle competizioni internazionali di BBQ nel 2007 e lo ha portato a vincere il WBQA BBQ World Championship nel 2008, il 2° posto WBQA World BBQ Championship nel 2011 e per 3 volte il Campionato Nazionale Tedesco di BBQ oltre ad innumerevoli altre importanti competizioni WBQA, KCBS e SCA.

Marco è stato uno dei primi utilizzatori  dei kamado barbecue in Germania e il Monolith Kamado Grill è sta la sua scelta numero 1 diventando fin da subito anche un grande amico di tutto il Team Monolith.

marco greulich rubs

A fine 2020, terminata l'esperienza con la sua azienda "Don Marco's", nel valutare come e dove continuare la sua carriera nel mondo del BBQ, Marco, insieme a Matthias Otto, CEO e fondatore di Monolith, hanno colto l'occasione per collaborare e iniziare insieme a sviluppare nuove attività per il marchio Monolith. Queste attività comprenderanno lo sviluppo ed i test dei futuri kamado e degli accessori Monolith, la creazione di ricette e di contenuti sui social media  e la promozione del marchio Monolith in tutta Europa.

Matthias Otto dice di Marco: "Siamo molto orgogliosi di avere con noi una persona come Marco che oltre ad essere un serio professionista con grandi capacità riconosciute nel mondo del BBQ, è una persona che rispetta pienamente le caratteristiche  di chi lavora con Monolith ovvero quella di amare Monolith alla follia."

DON MARCO GREULICH

BBQ Flavors

Oltre ad affiancare Monolith Marco ha avviato un nuovo progetto tutto imperniato sul BBQ lanciando un nuovo blog con relative pagine social col nome di BBQ Flavors e una nuova linea di BBQ Rubs denominata Rock'n'Rubs.

MARCO GREULICH

Scoprite i  nuovi progetti di Marco Greulich seguendo i link che vi inseriamo di seguito:

Sito Rock'n'Rubs: www.rocknrubs.shop

Sito BBQ Flavors: www.bbqflavors.de

Pagine Social BBQ Flavors:

Facebook BBQ Flavors

Instagram BBQ Flavors

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

alette di pollo

Alette di pollo allo spiedo

Se vi piace la carne di pollo, le alette di pollo allo spiedo rappresentano uno dei piatti più goduriosi del mondo del barbecue, letteralmente si dice, una tira l’altra! Ed è proprio vero se riuscite ad avere una pelle croccante, saporita ed una carne ancora umida e succulenta. Quando si parla di alette di pollo ci viene in mente subito la versione americana delle “Buffalo wings”, dove il mix di spezie e paprika bombarda le papille gustative con le note dolci, sapide e piccanti.

In questa ricetta utilizzerò un mix di sale e spezie semplicissimo, più vicino ai nostri sapori e profumi mediterranei a base di rosmarino e salvia. La paprika è comunque utilizzata, ma in quantità molto ridotte per un puro discorso estetico, in quanto aiuta ad ottenere il giusto grado di colore durante e dopo la cottura. Inoltre, utilizzerò una conformazione indiretta (forno), per avere una cottura allo spiedo tipica del “fornello pronto” pugliese.

alette di pollo allo spiedo (1)

Ingredienti
  • 1,5 Kg di alette di pollo
  • 1 cucchiaio e ½ di sale fino
  • 1 cucchiaino di rosmarino tritato
  • 1 cucchiaino di salvia tritata
  • ½ cucchiaino di aglio in polvere
  • 2 cucchiaini di paprika dolce
  • ½ cucchiaino di pepe macinato
  • Foglie d’alloro
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Aceto di mele

alette di pollo allo spiedo (5)

Preparazione delle alette di pollo  

Fiammeggiate le alette di pollo per eliminare ogni traccia di piume o peluria. Separate le alette togliendo l’estremità e dividendo in corrispondenza del giunto tra le ossa per ottenere due parti. Forate la pelle delle alette con un ago, dovete fare circa una decina di fori per pezzo. Questo passo è importantissimo per avere una pelle croccante a fine cottura.

A questo punto, mettete in un contenitore le alette e irroratele con olio extravergine di oliva, massaggiate le alette con le mani e successivamente aggiungete il mix di sale e spezie. Continuate a massaggiare la carne fino a quando le spezie non saranno ben distribuite sulla superficie delle alette. Lasciate riposare almeno un paio d’ore. Successivamente, infilzate le alette di pollo negli spiedini di acciaio alternati ad una foglia di alloro, lasciate dello spazio tra una aletta e l’altra per favorire una cottura omogenea e una pelle croccante a fine cottura.

alette di pollo allo spiedo (8)

Accessori Monolith necessari
  • Deflettori
  • Vaschette raccogli grasso
  • Girarrosto e spiedini
  • Pellet al ciliegio Monolith
  • Carbone Monolith

alette di pollo allo spiedo (12)

 Preparazione e cottura nel kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione indiretta (forno). Utilizzeremo quindi i deflettori, le vaschette in acciaio raccogli grasso e il girarrosto con gli appositi spiedini in acciaio.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 2 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Inserite i deflettori, le vaschette raccogli grasso e il girarrosto.
  3. Chiudete l’ingresso e l’uscita dell’aria e stabilizzate la temperatura del kamado intorno ai 120°C.
  4. Aggiungete gli spiedini con le alette di pollo ed azionate il girarrosto e fate cuocere per 10 minuti circa chiudendo il coperchio.
  5. Spruzzate con abbondante aceto di mele la superficie delle alette e lasciate cuocere per 30 minuti chiudendo il coperchio. Gli zuccheri dell’aceto di mele aiuteranno ad avere una colorazione mogano, inoltre, conferiranno sapore e profumi incredibili alle alette. Questa fase è importantissima per asciugare il più possibile la superficie della carne, favorire la formazione dei composti di maillard e ottenere una pelle croccante a fine cottura.
  6. Nel frattempo, aggiungete un pugno di pellet di ciliegio per conferire una nota leggermente affumicata e una colorazione rosacea alle alette.
  7. Passati i primi 30 minuti di cottura a 120°C, aprite l’entrata e l’uscita dell’aria per far salire la temperatura a circa 170°C. Spruzzate le alette con olio extravergine di oliva.
  8. Fate cuocere per almeno 40 minuti fino a quando le alette non saranno ben colorate (color mogano) e la pelle croccante. Servite e mangiate le alette ben calde.

alette di pollo allo spiedo (14)

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

Segui Sandro sulla sua nuova Pagina Facebook Sandro's BBQ Experience clicca qui e metti mi piace.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.