friggitelli alla grgilia kamado

Friggitelli ripieni al forno nel kamado Monolith

I friggitelli sono dei piccoli e dolci peperoni verdi tipici della stagione estiva. Come suggerisce il nome sono ottimi fritti, ma anche come condimento di un primo piatto a base di pasta. Può essere abbinato sia a carne o pesce come contorno o condimento oppure può essere un ottimo antipasto oppure secondo sé opportunamente farciti. Il friggitello ha un sapore ricco ed aromatico e si sposa benissimo con una salsa di pomodoro fresco e basilico. In questa ricetta tipica del sud Italia, il friggitello viene farcito con della salsiccia fresca (in Puglia si può usare la zampina), parmigiano reggiano, pane e basilico. Questo è un ottimo piatto che potrebbe essere un gradevole antipasto da mangiare direttamente con le mani che regalerà al palato un’esplosione di gusti e profumi che solo la cottura con il carbone ed il kamado monolith può dare.

FRIGGITELLI ALLA GRIGLIA KAMADO (26)

Ingredienti
  • 8 friggitelli di medie dimensioni
  • 150 gr della pasta di salsiccia
  • 40 gr di pane raffermo (mollica)
  • 30 gr di parmigiano reggiano
  • Salsa di pomodoro q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • Basilico q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.

FRIGGITELLI ALLA GRIGLIA KAMADO (26)

 

Accessori Monolith necessari
  • Griglia in acciaio
  • Deflettore
  • Carbone Monolith
Preparazione delle verdure e del ripieno

Lavate i friggitelli ed asciugateli, tagliate la calotta con il picciolo ed eliminate dall’interno i semi. In una ciotola mettete la pasta della salsiccia, il parmigiano, la mollica di pane, un goccio di salsa di pomodoro, pepe, mezzo spicchio d’aglio e il basilico tritati finemente. Farcite i friggitelli e metteteli dentro una teglia di coccio, aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva, un po' di salsa di pomodoro, l’altra metà di spicchio d’aglio e un po' di parmigiano reggiano. Siamo adesso pronti alla cottura nel Monolith.

FRIGGITELLI ALLA GRIGLIA KAMADO (7)

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello ICON di Monolith in configurazione indiretta ovvero come forno a carbone.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate il deflettore e la griglia in acciaio e stabilizzate la temperatura a circa 180/200°C.
  4. Aggiungete il coccio con i peperoni farciti e chiudete il coperchio.
  5. Fate cuocere per circa 20 minuti.
  6. A fine cottura, adagiate i friggitelli su di un piatto e conditeli con la salsa di pomodoro ed il sughetto che si sarà creato.

FRIGGITELLI ALLA GRIGLIA KAMADO (7)

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilezione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

E' uscito, in collaborazione il primo libro di Monolith con 10 ricette tradizionali italiane realizzate tutte da Sandro.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


Verdure alla griglia gratinate (6)

Verdure alla griglia gratinate nel Monolith Kamado Grill

La stagione estiva porta con sé un trionfo di verdure e ortaggi di stagione sulle nostre tavole, infatti è la stagione di zucchine, peperoni, pomodori, melanzane e tanto altro ancora. Questi ortaggi si prestano a diverse tipologie di cottura e svariate ricette ed utilizzi che ci consentono di poter realizzare piatti ipocalorici, leggeri e allo stesso tempo deliziosi e salutari, l’ideale insomma prima della prova costume. Un esempio sono le verdure gratinate che rappresentano un contorno versatile e sfizioso che si può abbinare a qualsiasi pietanza a base di carne o pesce. Inoltre, sono ottime sia calde che fredde, quindi si possono preparare in anticipo e servirle anche alcune ore dopo la cottura. In questa ricetta vedremo come gratinare verdure miste di stagione, tagliarle di dimensioni tali da avere la giusta consistenza con sapori e profumi tipici della cottura al barbecue.

Verdure alla griglia gratinate (1)_risultato

Ingredienti

  • 2 melanzane lunghe
  • 2 zucchine
  • 2 patate
  • 1 peperone
  • 50 gr di pomodorini
  • 1 carota
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.

Verdure alla griglia gratinate (1)_risultato

Per la panatura:

  • 30 gr di pane grattugiato
  • 30 gr di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiaini di capperi
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1/3 di uno spicchio d’aglio
  • Origano q.b.

Verdure alla griglia gratinate (1)_risultato

Accessori monolith necessari

  • Griglia in acciaio
  • Deflettori
  • Carbone Monolith

Preparazione delle verdure e della panatura

Lavate le verdure, pelate le patate e la carota. Per avere una cottura adeguata delle patate bisogna tagliarle a spicchi piccoli e cuocerle per qualche minuto in acqua salata prima della cottura finale al barbecue. Successivamente, tagliate a spicchi grandi le zucchine e le melanzane ed a spicchi medio piccoli il peperone e la carota. I pomodorini invece andranno tagliati a metà. È fondamentale il taglio delle verdure di dimensioni appropriate ai tempi di cottura dei singoli ortaggi in quanto ad esempio, le melanzane e le zucchine cuoceranno più velocemente rispetto alle patate. In una teglia, aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva, disponete le verdure e condite con sale e pepe.

Tritate finemente il prezzemolo, i capperi e 1/3 di spicchio d’aglio e mettete il trito in una ciotola con il pane grattugiato, il parmigiano e l’origano. Miscelate il tutto con le dita e spolverate le verdure. Aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva e siamo pronti per la cottura al barbecue.

Verdure alla griglia gratinate (1)_risultato

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione ibrida, indiretta con l’ausilio di mezzo deflettore e diretta (grill).

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate lo smart grid system, i deflettori e la griglia in acciaio. Stabilizzate la temperatura a circa 180/200°C.
  4. Aggiungete la teglia di verdure gratinate e chiudete il coperchio.
  5. Chiudete quasi del tutto l’uscita dell’aria dalla ciminiera e lasciate aperto lo sportellino in basso da cui entra l’aria per ottimizzare la cottura e soprattutto la gratinatura delle verdure.
  6. Fate cuocere per circa 30 minuti.
  7. A fine cottura, disporre le verdure su di un piatto o su di un vassoio e servirle. Questo piatto può essere gustato sia caldo che freddo come contorno di piatti a base di pesce o di carne.

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilezione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

E' uscito, in collaborazione il primo libro di Monolith con 10 ricette tradizionali italiane realizzate tutte da Sandro.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


Radicchio grigliato, burrata e salsa al prezzemolo ed alici su purea di zucca

Gli ortaggi autunnali sono ricchi di sapore e ben si prestano ad essere grigliati per incominciare un pranzo o una cena con ottimi antipasti o come contorni di secondi piatti. Inoltre, gli ortaggi autunnali possono offrire sapori inconfondibili e decisi per arricchire i condimenti della nostra pasta o dei nostri risotti! Le verdure di stagione possono essere grigliate per diventare anche un delizioso piatto di portata con l’abbinamento di formaggi, di pane tostato, salumi tipo pancetta e pesci dal sapore deciso come le alici.

Il radicchio è uno degli ortaggi tipici del periodo autunnale, sicuramente il più famoso è il radicchio rosso di Treviso caratterizzato da una forma allungata, foglie dal colore rosso con striature bianche, croccante ed un inconfondibile sapore leggermente amarognolo. Esiste anche una varietà denominata radicchio rosso di Chioggia che ha una forma tondeggiante sempre caratterizzata da foglie di colore rosso e striature bianche e dal sapore amarognolo. Il radicchio è un alimento povero di calorie, ricco di sostanze antiossidanti e di vitamine, può essere sicuramente considerato un ottimo alleato della nostra salute.

In questa ricetta vedremo come grigliare il radicchio per un piatto di portata, come abbinarlo ad altri alimenti per avere una vera e propria esplosione di consistenze, sapori e profumi al palato.

RADICCHIO GRIGLIATO

Ingredienti
  • 1 Radicchio tondo di Chioggia
  • 10 cc di salsa di soia
  • 10 cc di aceto di mele
  • 10 cc di aceto rosso
  • 10 cc di olio extravergine di oliva
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • 1 burrata
  • 5 filetti di acciughe sott’olio
  • 100 gr di zucca
  • 1 scalogno
  • 1/2 carota
  • Sale q.b.
  • Pepe macinato q.b.
  • Condimento a base di olio extravergine di oliva e limone del Frantoio Leone Pace

RADICCHIO GRIGLIATO

Preparazione del radicchio

Prendete il radicchio ed eliminate le foglie più esterne, tagliatelo in due ed utilizzeremo la parte del radicchio dove le foglie sono attaccate al gambo. Mettete un po' d’acqua in una pentola e portatela ad ebollizione, aggiungete 10 cc di aceto rosso e mettete a scottare il radicchio in acqua per 30 secondi. Raffreddate immediatamente il radicchio con acqua fredda, questa operazione servirà per mantenere all’interno del radicchio un bel colore rosso delle foglie anche dopo la cottura in griglia. Fate scolare il radicchio e tamponatelo con della carta assorbente. Conditelo con sale, pepe ed olio.

Preparate il seguente mix per condire il radicchio durante la cottura sulla griglia: in una ciotolina aggiungete 10 cc di salsa di soia, 10 cc di olio extravergine di oliva e 10 cc di aceto di mele.

Preparazione della purea di zucca 

Tagliate la zucca, la mezza carota e lo scalogno a pezzi piccoli e metteteli a cuocere in 200 ml di acqua in una piccola pentola. Fate cuocere per almeno 30 minuti, aggiungete acqua se necessario. Quando le verdure sono cotte, frullatele con l’acqua di cottura aggiungendo olio a filo fino ad ottenere una bella crema. Aggiungete sale e pepe.

Preparazione della salsa al prezzemolo con le alici 

Con l’ausilio di un frullatore ad immersione, frullate un bel mazzetto di prezzemolo e 5 filetti di alici sott’olio. Mentre frullate, fate cadere a filo circa 50cc di olio extravergine al limone e la salsa è subito pronta.

Preparazione del kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione diretta (grill).

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni. Io ho posizionato i carboni su di un lato per avere due zone di cottura con temperature diverse.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate la griglia e fatela scaldare.
  4. Chiudete l’ingresso e l’uscita dell’aria a circa metà, abbiamo bisogno di un fuoco di media intensità.

Cottura del radicchio e preparazione del piatto

Dopo aver preparato le salse, è ora di grigliare il radicchio.

  1. Prendete il radicchio e posizionatelo sulla griglia dove ci sono più carboni dalla parte del taglio del coltello.
  2. Fatelo grigliare per un minuto e poi giratelo con l’ausilio di una paletta.
  3. Spennellate il radicchio con abbondante mix di salsa di soia, olio ed aceto. Chiudete il coperchio e fate cuocere per un minuto.
  4. Girate il radicchio e spennellate ancora il radicchio con il mix di soia, olio ed aceto. Fate cadere qualche goccia di mix sulle braci ardenti, questo genererà del fumo e delle fiamme che insaporiranno e profumeranno il radicchio. Chiudete il coperchio per “concentrare” il fumo ed i profumi all’interno del kamado.
  5. Fate cuocere per 10 minuti continuando a girare e spennellare il radicchio.
  6. Spostate il radicchio nella parte della griglia con meno carboni per circa 2 minuti chiudendo il coperchio.
  7. Procedete come di seguito per l’impiattamento: prendete un piatto fondo ed agiatevi il radicchio con la parte tagliata del radicchio verso l’alto. Schiacciate il radicchio per aprirlo a ventaglio tipo una rosa aperta.
  8. Condite il radicchio con la purea di zucca, la salsa al prezzemolo ed alici e aggiungete una generosa porzione di burrata. Per finire, qualche goccia di olio al limone ed il piatto è pronto per essere gustato accompagnato da pane croccante.

RADICCHIO GRIGLIATO

Sandro Annese

Sandro è un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione al mondo del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro fa parte di MONOElite la squadra ufficiale Italiana di dimostratori e consulenti Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

CIPOLLE ALLA GRIGLIA

Cipolle al cartoccio

Le cipolle al cartoccio grigliate o meglio cotte nel barbecue le conoscono tutti, sono un ottimo contorno di verdure, semplice e perfetto da preparare per accompagnare della carne alla griglia. Le cipolle al cartoccio sono un piatto facilissimo da realizzare nel nostro  Monolith Kamado Grill in versione cottura indiretta. Nella foto in copertina le vediamo abbinate alla ricetta della pancia di maiale ripiena sempre realizzata dai nostri amici MIG.

cipolle al cartoccio

Ingredienti
  • Cipolle rosse
  • Sale
  • Miele
Preparazione cipolle al cartoccio

1. Taglia le cipolle nella grandezza desiderata, salale un po’ e mettici un po’ di miele. 2. Avvolgi le cipolle nell’alluminio e mettile per 20-30 minuti nella zona a calore indiretto della griglia

cipolle al cartoccio

Chi sono i MIG

MiG sta per “Männer iGlutrausch” (traduzione libera – uomini nell’ebbrezza della brace). In questo Team tutto del Sud Tirolo ci sono Haymo Gutweniger, Michele Capano e Myrko Leitner, tre amici che hanno fatto del barbecue una passione oltre che uno stile di vita. La loro missione è diffondere a cultura del barbecue per far vedere cosa è possibile fare con e sulla griglia, non solamente i würstel o le bistecche.

Da questa loro passione e dalle esperienze maturate in 10 anni di barbecue è nato il loro primo libro I signori della brace - Grigliate alpine & BBQ . In questo magnifico libro troverete non solo i classici della grigliata come la "bistecca alla griglia" ma avrete l'opportunità di scoprire come utilizzare un barbecue ed in questo caso il MOnolith Kamado Grill per preparare qualsiasi tipo di piatto, dall'antipasto al dessert.

I MIG sono anche gli organizzatori della gara barbecue più estrema al mondo, WEST (Winter Extreme South Tyrol BBQ Contest), in quanto si svolge sempre a Gennaio e a temperature "rigidamente" invernali.

Sito web : www.mig.bz         Pagina Facebook MIG     Pagina Facebook WEST

MIG

Potete trovare questa ricetta e molte altre acquistando il libro scoprendo un mondo nuovo sul barbecue e sulle grigliate

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.