Fragole grigliate con ricotta e crumble affumicato al ciliegio

La primavera alterna giorni freschi a giornate che sembrano quasi estive, nulla di meglio quindi finire un pasto della domenica con qualcosa di fresco ed insolito. In questa stagione, sulle nostre tavole compaiono alcuni frutti tipici, quali ad esempio le fragole, belle rosse, carnose, saporite.  Ma, non tutti sanno che si possono grigliare per caramellare lo zucchero naturalmente presente o eventualmente aggiunto. Inoltre, se aggiungiamo della ricotta fresca, il suo sapore ben contrasta l’acidità delle fragole, poi potremmo includere dei  pezzetti croccanti e profumati di un crumble che regalerà un mix di sapori e consistenze che allieteranno il palato in maniera creativa ed interessante. In questa ricetta realizzeremo un dessert, un dolce al cucchiaio, fresco ed insolito a base di fragole grigliate nel kamado, con ricotta e crumble affumicato al ciliegio.

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Ingredienti per fragole grigliate kamado
  • 200 gr di fragole
  • zucchero di canna q.b.
  • buccia di limone q.b.
  • succo di limone q.b.
  • 250 gr di ricotta mista
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 80 gr di latte fresco intero
  • cioccolata fondente q.b.
  • qualche foglia di mentuccia

Per il crumble:

  • 80 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
  • buccia di limone q.b.
Accessori monolith necessari
  • Griglia in acciaio
  • Deflettore
  • Pellet al ciliegio Monolith
  • Carbone Monolith

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Preparazione del crumble affumicato al ciliegio

In una ciotola mettete la farina, il burro a pezzetti, qualche buccia di limone e lo zucchero. Lavorate con i polpastrelli per formare dei pezzetti di pasta grossolani. Mettete il tutto in una pirofila da forno e siamo pronti per la cottura ed affumicatura al ciliegio.

FRAGOLE GRIGLIATE KAMADO (1)

Preparazione del kamado e cottura degli alimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione ibrida, indiretta con l’ausilio di mezzo deflettore e diretta (grill).

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Adagiate lo smart grid system con mezzo deflettore e le griglie in acciaio, stabilizzate la temperatura a circa 180°C.
  4. Nella parte indiretta mettete la teglia con il crumble e chiudete il kamado.
  5. Aggiungete una manciata di pellet al ciliegio e fate affumicare e cuocere il crumble per una ventina di minuti.
  6. Nel frattempo tagliate le fragole in due e spolveratele con dello zucchero di canna.
  7. Poi prendete la ricotta, aggiungete lo zucchero, il latte e qualche buccia di limone. Frullate il tutto in modo tale da ottenere un composto spumoso ed omogeneo.
  8. Quando il crumble è pronto, mettetelo da parte e fatelo raffreddare.
  9. Appoggiate le fragole sulla parte di griglia direttamente sulle braci, a fuoco non molto forte e giratele dopo qualche minuto. Dobbiamo far caramellare lo zucchero ed avere delle piccole bruciature sulla superficie del frutto.
  10. Togliete le fragole da fuoco e fatele raffreddare, conditele con qualche goccia di succo di limone.
  11. A questo punto prendete dei bicchieri di vetro, sul fondo mettiamo un po' di ricotta le fragole (tagliate se troppo grosse) ed il crumble sbriciolato a pezzi medio - piccoli.
  12. Ripetete l’operazione fino ad arrivare al bordo del bicchiere in modo tale da avere diversi strati, alla fine, una spolverata di cioccolato fondente, una fragola grigliata e delle foglie di mentuccia.
  13. Una volta preparati possono essere conservati in frigo per massimo un’oretta e gustati immediatamente dopo.

Sandro Annese

Sandro è uno Chef ed un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione sia al mondo della cucina che a quello del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

 


TORTA DI MELE (9)

Torta di mele affumicata al ciliegio

La sua origine è ancora avvolta nel mistero ma sicuramente ha origine medievale, forse nata in Francia o forse in Inghilterra, negli Stati Uniti prende il nome di “American Pie”. Probabilmente è nata per favorire la conservazione delle mele, oggi si può definire un classico dolce casalingo che allieta il fine pasto in famiglia nel periodo autunnale. Nel suo complesso, è una ricetta semplice e di veloce realizzazione che può essere anche un’ottima merenda per i più piccoli. In questa ricetta vedremo come preparare e cuocere una torta di mele classica e conferirgli delle note di affumicatura al ciliegio.

TORTA DI MELE

Ingredienti
  • 600 gr di mele Golden
  • 250 gr di farina 00
  • 200 gr di zucchero
  • 150 gr di uova
  • 70 gr di burro di montagna
  • 125 gr di crema di yogurt bianco
  • 15 g di lievito per dolci
  • 1 limone, succo e buccia
  • Per l’affumicatura, pellet di ciliegio Monolith

TORTA DI MELE

Preparazione  

Lavate e sbucciate le mele, tagliatele in 4 spicchi e privatele dei semi. Successivamente, tagliate un terzo degli spicchi in fettine sottili e il resto a dadini. Condite i dadini di mela con il succo di un limone, un pizzico di zucchero e la buccia di limone finissima.

Separate rosse e bianche d’uovo, montate i tuorli con lo zucchero e in un contenitore a parte montate anche l’albume. Aggiungete ai tuorli il burro fuso e mescolate, poi incorporate delicatamente gli albumi montati e poi di seguito la farina precedentemente setacciata ed il lievito per dolci. Incorporate infine la dadolata di mele e mescolate con delicatezza. Imburrate la superficie della tortiera e colate l’impasto, decorate con le fette di mela fino a coprire la torta ed infine cospargete il tutto con un pizzico di zucchero. A questo punto sarete pronti per infornare la torta.

TORTA DI MELE

Preparazione e cottura nel kamado

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in modalità cottura indiretta ovvero come forno a carbone utilizzando il deflettore in ceramica compreso nel suo equipaggiamento di base.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1.5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Aggiungete i deflettori e posizionate la griglia nella posizione più distante possibile dai deflettori, questa operazione sarà semplicissima se disponete dello “smart grid system”.
  4. Chiudete l’ingresso e l’uscita dell’aria a circa metà e stabilizzate la temperatura del kamado intorno a 170°C.
  5. Mettete a cuocere la torta per circa 40 minuti. Non aprite il coperchio del kamado per evitare problemi alla lievitazione della torta, se gestite la temperatura in maniera ottimale dovrete aprire il coperchio solo a fine cottura.
  6. Subito dopo, inserite una manciata di pellet di ciliegio nelle braci attraverso lo sportellino e fate affumicare la torta per circa 10 minuti.
  7. Passati i 40 minuti di cottura, fate raffreddare la torta almeno per un’oretta.
  8. Tagliate una fetta e servite con una spolverata di zucchero a velo.

Sandro Annese

Sandro è un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione al mondo del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro è uno Chef e consulente dell'Accademia Monolith e fa anche parte di MONOElite, la squadra ufficiale Italiana di dimostratori Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

STRUDEL DI MELE

Strudel di mele

Lo strudel di mele è un dolce tipico del Trentino-Alto Adige, ma non è difficile trovarlo anche nelle zone montane del Veneto o del Friuli Venezia Giulia. Questo dolce ha ottenuto il riconoscimento P.A.T. che lo identifica nei “prodotti agroalimentari tradizionali italiani”. La sua ricetta ha origine antichissime, alcune testimonianze di questa ricetta risalgono infatti agli Assiri, successivamente, furono gli Ottomani che interagendo con l’Impero Austro-Ungarico portarono la ricetta nei territori austriaci ed italiani.

Esistono diverse versioni di strudel, la pasta può essere la frolla, sfoglia ma l’originale prevede una pasta detta “da strudel” la cui caratteristica principale è lo spessore sottile della pasta. Anche il ripieno può essere personalizzato, oltre alle mele si possono utilizzare anche altre tipologie di frutta come le pere, le albicocce etc, ma il ripieno originale è sicuramente composto da mele renette o golden delicious, uvetta e frutta secca.

Oggi vi presenterò la ricetta originale dell’Alto Adige eseguita seguendo strettamente le indicazioni di mia suocera Maria.

STRUDEL

Ingredienti usati per il ripieno
  • 5 mele golden delicious
  • 150 gr di uvetta
  • 30 ml di Rhum
  • 50 gr di pinoli
  • Il succo di 1 limone intero
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • ½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • Qualche noce di burro

Ingredienti usati per la pasta
  • 150 gr di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 albume d’uovo e ½ di tuorlo
  • 3 cucchiani di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva
  • Qualche goccia di caffè
  • 1 noce di burro

STRUDEL

Preparazione del ripieno
  1. Sbucciate le mele, privatele dei semi e tagliatele a pezzi sottili e piccolini e metteteli in un contenitore.
  2. Aggiungete lo zucchero, il succo di 1 limone, la cannella e i chiodi di garofano in polvere.
  3. Mescolate il tutto e lasciate riposare per almeno una mezz’oretta.
  4. Nel frattempo, prendete l’uvetta e conditela con il rhum in un contenitore e lasciate riposare.

STRUDEL

 

Preparazione della pasta
  1. Prendete la farina ed aggiungete un pizzico di sale, l’acqua tiepida, l’olio extravergine di oliva, l’albume d’uovo e ½ tuorlo.
  2. Impastare a mano fino ad ottenere un impasto bello morbido.
  3. Ponete l’impasto all’interno di carta stagnola e lasciate riposare la pasta per almeno mezz’ora al caldo di una pentola precedentemente riscaldata con acqua calda.
Preparazione dello strudel
  1. Stendete la pasta con un mattarello su di un piano di lavoro su di un foglio di carta da forno fino a quando non sarà sottile alcuni millimetri.
  2. Cercate di ottenere una pasta di forma rettangolare di dimensioni di circa 50x30 cm.
  3. Aggiungete le mele, l’uvetta precedentemente strizzata con le mani per eliminare l’eccesso di rhum ed i pinoli.
  4. Posate sulla superficie del ripieno qualche noce di burro
  5. Chiudete lo strudel con estrema delicatezza aiutandovi con la carta da forno.
  6. Posizionate lo strudel in una teglia da forno di forma circolare
  7. In un bicchiere, emulsionate la metà del tuorlo, qualche goccia di caffè ed un po’ di burro.
  8. Spennellate la superficie dello strudel con questa emulsione, dopo cottura regalerà quel bel colore bruno al dolce.

STRUDEL

Preparazione e cottura nel kamado Monolith 

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione indiretta ovvero come un forno a carbone.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1,5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Inserite i deflettori, la prima griglia, la seconda griglia e la pietra per la cottura della pizza.
  4. Lasciate scaldare per alcuni minuti e stabilizzate la temperatura a 180°C.
  5. Inserite la teglia, chiudete il coperchio e lasciate cuocere per almeno 45 minuti.
  6. A cottura ultimata, fate raffreddare e tagliate una fetta di strudel e spolverate con un po’ di zucchero a velo. Questo dolce può essere accompagnato con un delizioso gelato alla crema oppure con frutti di bosco.

 

Sandro Annese

Sandro è un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione al mondo del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro fa parte di MONOElite la squadra ufficiale Italiana di dimostratori e consulenti Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.