“Ci vuole fegato” la pizza “Stellata” di Luca Marchini e Gianni Di Lella cotta nel Monolith

Metti uno Chef Stellato e uno tra i migliori Pizzaioli italiani a pensare ad una pizza da realizzare insieme ed il risultato non può che essere eccezionale. Se poi dietro ci sono due aziende come Monolith Grill e MAM Forni a contribuire con i loro sistemi di cottura, allora il risultato finale non può essere che superlativo.

pizza kamado barbecue

Il Progetto

Luca Marchini è stato il primo Chef Ambassador di Monolith in Italia. La storia con Gianni di Lella invece è più recente. Gianni ha testato l’efficienza dei kamado Monolith nella cottura delle sue pizze e ne è da subito rimasto affascinato. A questo punto il nostro Direttore Marketing, Daniele Binco, ha chiesto ad entrambi di creare una pizza da poter cuocere sia nel Monolith oltre che nel forno professionale MAM, che Gianni utilizza nella sua pizzeria la Bufala a Maranello.

Kamado pizza
Da sinistra Daniele Binco, Direttore Marketing Monolith, Gianni Di Lella, Luca Marchini e Matteo Malaguti, titolare MAM Forni.

Perché una pizza a base di quinto quarto?

Gianni e Luca hanno pensato ad una pizza a base di ingredienti poveri, quegli ingredienti legati alla tradizione della cucina Italiana come forse pochi altri elementi. Una pizza che potesse far pensare immediatamente all’Italia. Una pizza senza pomodoro, una pizza a base di quinto quarto con ingredienti come fegato di manzo, fegato di maiale, fegato di pollo, fegato di coniglio, cuore di manzo, cuore di pollo cuori di coniglio, ingredienti cotti a parte ma messi alla fine, adagiati con garbo come una farcitura delicata appena dopo che la pizza è uscita dal forno.

L’obbiettivo di questa pizza vuole essere quello di far pensare all’Italia già dal nome, solamente leggendone gli ingredienti e naturalmente al primo morso constatare che altro non poteva essere che una pizza Italiana. Se poi consideriamo che Luca Marchini è di origine Aretina dove i “fegatini” la fanno da padrone è facile comprendere l’ispirazione per questa farcitura.

Kamado pizza

La base della pizza

Per la base Gianni Di Lella invece ha pensato a qualcosa di speciale per esaltare ancora di più la farcitura: quindi spazio alla farina integrale macinata a pietra con cereali e farine di riso, un pizzico di sale di Cervia in più  per dare all’impasto i profumi della tradizione contadina in modo da legarsi alla perfezione alla farcitura di quinto quarto.

Kamado pizza

La pizza nel Monolith

Monolith può essere utilizzato anche come forno a carbone oltre che come griglia, quindi perfetto per cuocere la pizza, fino a 350° ed anche 400°. Queste sono le temperature perfette che permettono alla pizza  di crescere bene nei bordi e cuocere perfettamente in pochi minuti. Tutto questo naturalmente utilizzando l’apposita pietra refrattaria Monolith per la cottura della pizza, utilizzabile anche per cuocere il pane. La prossima settimana vi daremo la ricetta della pizza.

Kamado pizza

I forni professionali per Pizza MAM

MAM Forni è un’azienda storica di Modena nella produzione di forni professionali per pizzeria che sia lo Chef Marchini ha ed utilizza nella sua Trattoria di Piazza della Pomposa a Modena non solo per la pizza ma anche per il pane e per cuocere la carne, che Gianni Di Lella nella sua pizzeria la Bufala a Maranello. I forni MAM sono riconosciuti a livello mondiale per essere tra i migliori forni al mondo per pizza.

Kamado pizza

Luca Marchini

Luca Marchini è uno Chef Stellato che ha la sua base a Modena presso il Ristorante L’Erba del Re. Aretino di nascita si trasferisce a Modena con la famiglia da giovanissimo. Dopo la Laurea in Economia e Commercio decide che la “cucina” sarà la sua vita. Dopo varie esperienze in Italia e all’estero per apprendere “il mestiere” presso pilastri della Ristorazione mondiale come Massimo Bottura, Bruno Barbieri e J.L Nomicos, decide nel 2003 di aprire il suo Ristorante.

Luca oltre al Ristorante stellato L’Erba del Re e la Divisione Catering a Modena gestisce anche la Trattoria Pomposa e la Scuola di Cucina Amaltea.

Kamado pizza

Gianni Di Lella

“Sono un uomo fortunato: il mio lavoro coincide con la mia passione. Una passione che deriva dalla mia infanzia, nata da mio padre Giovanni e portata avanti insieme alla mia famiglia, che ogni anno si allarga un po di più.” questo è quello che ci dice Gianni.

Gianni è nato nel 1985, nel 2010, su consiglio di suo padre Giovanni, Chef di professione, decide di dedicarsi completamente al “mestiere” del “pizzaziolo” frequentando prima un corso a Sorrento con il Maestro Antonino Esposito dopodiché nel 2012  a Maranello in provincia di Modena apre la sua pizzeria La Bufala che arriva in poco tempo ad essere una delle migliori pizzerie in Italia.

Gianni all’interno del suo locale oltre a della materia prima eccezionale che utilizza per preparare le sue pizze, adopera un forno a legna professionale della MAM Forni di Modena e naturalmente un Monolith Kamado Junior per la preparazione di alcuni ingredienti per farcire le sue pizze.

Kamado pizza

Gianni oltre alla Pizzeria la Bufala a Maranello, ha da poco aperto un nuovo locale il “27 Officina della Pizza”, un nuovo concetto di locale legato alla cultura pop, alla voglia di innovazione e convivialità.

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.