Ricette Monolith: strudel di mele

Lo strudel di mele è un dolce tipico del Trentino-Alto Adige, ma non è difficile trovarlo anche nelle zone montane del Veneto o del Friuli Venezia Giulia. Questo dolce ha ottenuto il riconoscimento P.A.T. che lo identifica nei “prodotti agroalimentari tradizionali italiani”. La sua ricetta ha origine antichissime, alcune testimonianze di questa ricetta risalgono infatti agli Assiri, successivamente, furono gli Ottomani che interagendo con l’Impero Austro-Ungarico portarono la ricetta nei territori austriaci ed italiani.

Esistono diverse versioni di strudel, la pasta può essere la frolla, sfoglia ma l’originale prevede una pasta detta “da strudel” la cui caratteristica principale è lo spessore sottile della pasta. Anche il ripieno può essere personalizzato, oltre alle mele si possono utilizzare anche altre tipologie di frutta come le pere, le albicocce etc, ma il ripieno originale è sicuramente composto da mele renette o golden delicious, uvetta e frutta secca.

Oggi vi presenterò la ricetta originale dell’Alto Adige eseguita seguendo strettamente le indicazioni di mia suocera Maria.

STRUDEL

Ingredienti usati per il ripieno
  • 5 mele golden delicious
  • 150 gr di uvetta
  • 30 ml di Rhum
  • 50 gr di pinoli
  • Il succo di 1 limone intero
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • ½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • Qualche noce di burro

Ingredienti usati per la pasta
  • 150 gr di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 albume d’uovo e ½ di tuorlo
  • 3 cucchiani di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva
  • Qualche goccia di caffè
  • 1 noce di burro

STRUDEL

Preparazione del ripieno
  1. Sbucciate le mele, privatele dei semi e tagliatele a pezzi sottili e piccolini e metteteli in un contenitore.
  2. Aggiungete lo zucchero, il succo di 1 limone, la cannella e i chiodi di garofano in polvere.
  3. Mescolate il tutto e lasciate riposare per almeno una mezz’oretta.
  4. Nel frattempo, prendete l’uvetta e conditela con il rhum in un contenitore e lasciate riposare.

STRUDEL

 

Preparazione della pasta
  1. Prendete la farina ed aggiungete un pizzico di sale, l’acqua tiepida, l’olio extravergine di oliva, l’albume d’uovo e ½ tuorlo.
  2. Impastare a mano fino ad ottenere un impasto bello morbido.
  3. Ponete l’impasto all’interno di carta stagnola e lasciate riposare la pasta per almeno mezz’ora al caldo di una pentola precedentemente riscaldata con acqua calda.
Preparazione dello strudel
  1. Stendete la pasta con un mattarello su di un piano di lavoro su di un foglio di carta da forno fino a quando non sarà sottile alcuni millimetri.
  2. Cercate di ottenere una pasta di forma rettangolare di dimensioni di circa 50×30 cm.
  3. Aggiungete le mele, l’uvetta precedentemente strizzata con le mani per eliminare l’eccesso di rhum ed i pinoli.
  4. Posate sulla superficie del ripieno qualche noce di burro
  5. Chiudete lo strudel con estrema delicatezza aiutandovi con la carta da forno.
  6. Posizionate lo strudel in una teglia da forno di forma circolare
  7. In un bicchiere, emulsionate la metà del tuorlo, qualche goccia di caffè ed un po’ di burro.
  8. Spennellate la superficie dello strudel con questa emulsione, dopo cottura regalerà quel bel colore bruno al dolce.

STRUDEL

Preparazione e cottura nel kamado Monolith 

Per questa ricetta abbiamo utilizzato il modello LeChef di Monolith in conformazione indiretta ovvero come un forno a carbone.

Procedete come di seguito:

  1. Aggiungete circa 1,5 kg di carbone nel kamado ed accendete i carboni.
  2. Lasciate aperto l’accesso dell’aria in modo tale da avere carboni ardenti.
  3. Inserite i deflettori, la prima griglia, la seconda griglia e la pietra per la cottura della pizza.
  4. Lasciate scaldare per alcuni minuti e stabilizzate la temperatura a 180°C.
  5. Inserite la teglia, chiudete il coperchio e lasciate cuocere per almeno 45 minuti.
  6. A cottura ultimata, fate raffreddare e tagliate una fetta di strudel e spolverate con un po’ di zucchero a velo. Questo dolce può essere accompagnato con un delizioso gelato alla crema oppure con frutti di bosco.

 

Sandro Annese

Sandro è un esperto “grigliatore” che da anni si dedica con passione al mondo del barbecue e alla griglia. Laureato in Biotecnologie Industriali lavora come manager in una importante multinazionale. Parmigiano d’adozione ma pugliese di nascita, si è sempre dedicato sin da bambino alla cucina, con una predilizione particolare alle cotture della carne e del pesce alla griglia o al barbecue, alla cottura di focacce, pane e pizze al forno a legna.

Sandro fa parte di MONOElite la squadra ufficiale Italiana di dimostratori e consulenti Monolith che raccoglie esperti grigliatori non professionisti.

sandro annese

Se sei arrivato fino a qui non ti rimane altro che condividere con i tuoi amici questo post.

51 Condivisioni